Home Post-Stage Medea a Pesaro: riallestimento e anteprima giovani
Medea a Pesaro: riallestimento e anteprima giovani

Medea a Pesaro: riallestimento e anteprima giovani

14
0

Dal minuto 14′ 50” il Tg3 Regione Marche – edizione del 4 ottobre 2017 – ha dedicato un servizio alla residenza di riallestimento di MEDEA, lo spettacolo ripreso dal CTB Centro Teatrale Bresciano, Teatro de Gli Incamminati e Piccolo Teatro di Milano, che ha inaugurato la Gold Season, la stagione di prosa 2017/18 del Teatro Rossini di Pesaro per i suoi 200 anni dalla riapertura.

QUI L’INTERVISTA A FRANCO BRANCIAROLI

Uno spettacolo che porta con sé un nitido disegno, o meglio un profondo segno, quello della lettura critica di uno dei più grandi maestri del teatro di regia del 900: Luca Ronconi. Medea infatti, interpretato da un potentissimo Franco Branciaroli, non è una donna disperata e addolorata come spesso viene rappresentata, ma una forza brutale e malvagia che irrompe sul palcoscenico come fosse un dio antico della crudeltà. Questo personaggio, che a tratti fa anche sorridere il pubblico per il suo cinismo e per lo sbeffeggiamento nei confronti degli altri protagonisti della storia, racchiude in sé tutto il teatro antinaturalistico ronconiano che ha fatto ormai storia; storia che qui torna a vivere grazie a uno spettacolo debuttato nel 1996 e ripreso a 20 anni di distanza, dando la possibilità al nuovo pubblico di vedere qualcosa che ha segnato un metodo.

Lo spettacolo è andato in scena dal 5 all’8 ottobre al Teatro Rossini di Pesaro dopo che la compagnia ha passato alcuni giorni proprio nella città marchigiana per riprenderne il riallestimento. Mercoledì 4 ottobre il Teatro si è riempito di giovani grazie all’anteprima a loro esclusivamente dedicata e al progetto Scuola di Platea: palpabile era la tensione e l’attenzione in un silenzio quasi religioso esplosa solo alla fine in un grande applauso.

Nel sito dedicato a Luca Ronconi si possono trovare i materiali relativi allo spettacolo Medea del 1996, qui il link; molti gli spunti interessanti tra cui un’intervista a Claudio Longhi che spiega la genesi e la volontà di far interpretare proprio da un uomo il ruolo di Medea.

A questo link invece una bella video intervista a Franco Branciaroli con alcune immagini tratte dal nuovo riallestimento.

 

(14)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *