Home Focus on projects Buon compleanno Teatro Rossini per i tuoi 200 anni!
skene
Vinicio Marchioni
Vinicio Marchioni e Pino Marino_
Vinicio Marchioni e Pino Marino
Vinicio Marchioni 2
Rimbamband
Rimbamband 2
Rimbamband 1
Rimbamband - applausi
pubblico per Il canto dell'usignolo
Passeggiata nel teatro segreto8
Passeggiata nel teatro segreto7
Passeggiata nel teatro segreto6
Passeggiata nel teatro segreto5
Passeggiata nel teatro segreto4
Passeggiata nel teatro segreto3
Passeggiata nel teatro segreto2
Passeggiata nel teatro segreto1
Passeggiata nel teatro segreto
Milena Mancini e Pino Marino
Matteo Ricci e Gilberto Santini
Glauco Mauri_Il canto dell'usignolo
Glauco Mauri - Il canto dell'usignolo_
Glauco Mauri - Il canto dell'usignolo
Glauco Mauri - Daniele Vimini - Gilberto Santini
Giorgio Castellani racconta la storia del Rossini2
Giorgio Castellani racconta la storia del Rossini
Giorgio Castellani e Lucia Ferrati raccontano la storia del Rossini3
Giorgio Castellani - Matteo Ricci e Gilberto Santini
Evolution Dance Theater_pubblico e applausi
Evolution Dance Theater_applausi
Evolution Dance Theater
Evolution Dance Theater_
Circo Ribolle__
Circo Ribolle_
Circo Ribolle
200 anni del Rossini
_Circo Ribolle

Buon compleanno Teatro Rossini per i tuoi 200 anni!

11
0

Il 10 giugno del 1818 Pesaro inaugurava il suo nuovo teatro con un’opera straordinaria: La Gazza ladra di Gioachino Rossini. Sono passati 200 anni da quel giorno e l teatro, oggi intitolato proprio a colui che per primo lo ha fatto vivere con la sua musica e la sua arte, Rossini appunto, è diventato nel tempo punto di riferimento culturale per la città marchigiana, cuore pulsante di una comunità che lì vi si ritrova e vi si aggrega. Non ci sono luoghi virtuali e social che tengano, quando 800 persone insieme abitano il Teatro Rossini: gioia viva e pura, emozioni condivise, sorrisi e sguardi che si incrociano felici nel comprendere di aver preso parte a qualcosa di unico e irripetibile, tutti insieme. E così dalle ore 16 del 9 giugno 2018, fino alle prime luci del giorno di domenica 10 giugno, si è celebrato questo speciale compleanno del Teatro Rossini di Pesaro, con una fitta programmazione che ha visto una partecipazione incredibile di cittadini di tutte le età che hanno festeggiato con danza, musica, teatro e passeggiate curiose su iniziativa del Comune di Pesaro con AMAT e il Comitato Promotore delle Celebrazioni Rossiniane, con il contributo di Regione Marche e MiBACT nell’ambito delle manifestazioni per i 150 anni dalla morte del Maestro.

Il primo spettacolo ad animare la festa è stato Il circo delle bolle della Compagnia Ribolle, un mix di danza e circo, energico, vivace e colorato, dove la magia delle bolle di sapone e il loro sospeso incanto veniva spinto dai tre incredibili protagonisti della scena, tre figure danzanti fuori dal tempo. Dopo le bolle che hanno emozionato tanti bambini il Teatro Rossini ha visto il pubblico passeggiare anche per i suoi luoghi più nascosti: Passeggiata nel teatro segreto a cura di Teatro Skené è stata infatti la giusta occasione per conoscere lo splendido Rossini.

Ma cosa è successo con La Gazza Ladra nel lontano 1818? Ce lo hanno raccontato Giorgio Castellani e Lucia Ferrati, con l’intervento musicale di Vladimir Zubytskyi al violoncello, attraverso un racconto partecipato e carico di affetto. Alla festa per il Teatro Rossini non poteva mancare il grande artista pesarese Glauco Mauri, maestro della scena che con Roberto Sturno, accompagnati dalle musiche composte ed eseguite in scena da Giovanni Zappalorto, hanno offerto al pubblico Il Canto dell’Usignolo, poesie e teatro di William Shakespeare attraversando la poesia di brani tratti da Enrico V, Come vi piace, Riccardo II, Timone d’Atene, Giulio Cesare, I Sonetti, Re Lear, La Tempesta.

Alchimia perfetta fra danza, physical theater, atletismo e tecnologia, La magia della luce di Evolution Dance Theater ha appagato il pubblico numerosissimo in sala che ha applaudito i danzatori circensi dai corpi atletici. Lo spettacolo ha proposto alcune delle coreografie più sorprendenti create da Anthony Heinl, fondatore e direttore artistico del gruppo, nelle quali la luce è stata la vera protagonista e, fra magia e illusione, ha condotto gli spettatori di tutte le età in un sorprendente viaggio tra figure misteriose. Dopo la danza è stato il turno di Rimbamband: un eclettico quintetto di artisti frizzanti, folli e bizzarri (Raffaello Tullo, Renato Ciardo, Vittorio Bruno, Nicolò Pantaleo e Francesco Pagliarulo) che attraverso la musica, le parole e la mimica, hanno creato esilaranti personaggi trasmettendo un’energia travolgente fatta di note e poesia.

A chiudere la festa per i 200 anni del Teatro Rossini è stato Vinicio Marchioni, attore amato da pubblico e critica per la sua adulta capacità interpretativa e conosciuto per il ruolo del Freddo nella serie Romanzo Criminale, che ha dato voce al poeta Dino Campana, accompagnato da Milena Mancini e alla musica di Pino Marino.

Qui trovate uno speciale video che gli ha dedicato Rai News 24

(11)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *