Home Gallery Le foto di APP Ascoli Piceno Present 2018
Lettere App
spettatori-all-eremo
pubblico-in-cammino-per-l'eremo
primo-gruppo-giunto-all'eremo
posti-esauriti-per-Emma-Dante
La-scortecata---applausi
Form-nella-Chiesa-di-Sant'Andrea
Daniele-Ninarello-ad-APP
Daniele-e-Marco-per-APP
Alessandro-Carboni---As-if-we-were-dust
Wrongonyou
Wrongonyou nella Chiesa di San Pietro
vista su Ascoli da Eremo
Tecnici APP
Teatro Ventidio Basso esterno APP
Teatro Ventidio Basso APP
Teatro Filarmonici - Santini prima de La scortecata
strumenti della Form
staff APP
staff APP Eremo
Servizio Civile APP
Pubblico verso l'Eremo
masterclass con Paola Lattanzi 4
masterclass con Paola Lattanzi 3
masterclass con Paola Lattanzi 2
masterclass con Paola Lattanzi 1
Macbettu applausi al Ventidio
Macbettu - foto di Alessandro Serra 2 (Medium)
Macbettu - foto di Alessandro Serra (Medium)
60 Festival di Spoleto, spettacolo La Scortecata
60 Festival di Spoleto, spettacolo La Scortecata
giovani spettatori
Form omaggia Arvo Part
Form omaggia Arvo Part 2
Eremo San Marco
Eremo San Marco 2
Eremo San Marco (2)
Eremo San Marco - sopralluogo
Eremo San Marco - facciata
Daniele Ninarello & Dan Kinzelman
Coro Gregoriano Eremo
Coro Gregoriano all'Eremo San Marco
Chiesa di Sant'Andrea - montaggio
cavallo APP
Biglietteria APP
bastard sunday
Ancrea Nabel nella Chiesa di San Pietro
Alessandro Carboni

Le foto di APP Ascoli Piceno Present 2018

49
0

La terza edizione di APP – Ascoli Piceno Present è stata una vera e propria festa. La rassegna multidisciplinare delle arti sceniche contemporanee che si è svolta ad Ascoli Piceno venerdì 25 e sabato 26 maggio su iniziativa del Comune di Ascoli Piceno con AMAT ha registrato grande partecipazione di pubblico proveniente da tutta Italia. Due giorni intensi a cui si è aggiunta anche una terza giornata, quella del 24 maggio, in cui la danzatrice Paola Lattanzi della Compagnia Enzo Cosimi ha tenuto una masterclass per gli allievi delle scuole di danza della città al Ridotto del Ventidio Basso.

Il bilancio di questa terza edizione di APP rappresenta una grande soddisfazione per gli organizzatori e contemporaneamente un prestigio per la città tutta e la sua rinnovata capacità di accoglienza di un grande afflusso di pubblico – quasi 2000 spettatori – e artisti che hanno vissuto nei due giorni della manifestazione il centro storico di Ascoli Piceno, ammirando le tante bellezze del luogo e soggiornando nelle strutture ricettive della città. Splendidi e suggestivi infatti i luoghi dove si sono svolti gli spettacoli: il Teatro Ventidio Basso, il rinnovato Teatro Filarmonici, l’incantevole Eremo di San Marco, le bellissime chiese di Sant’Andrea e San Pietro in Castello. E non da meno gli spettacoli che hanno animato e abitato questi posti attraversando diversi linguaggi scenici: dalla FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana che ha omaggiato Arvo Pärt agli attori di Emma Dante che hanno commosso affrontando magistralmente la favola di Basile La scortecata, da Enzo Cosimi che insieme a Paola Lattanzi ha danzato l’ultima notte di Pasolini in Bastard Sunday al nuovo interessante testo The effect di Lucy Prebble messo in scena da Silvio Peroni; passando poi per la musica di Andrea Nabel, del Coro Gregoriano del Conservatorio Rossini di Pesaro e di Wrongonyou, per finire con la cartografia danzata ed evocativa di Alessandro Carboni con As if we were dust, la potenza corporea e sonora di Daniele Ninarello e Dan Kinzelman con Kudoku, e la raffinatezza di Macbettu diretto da Alessandro Serra/Teatropersona.

Qui alcuni scatti che raccontano attraverso le immagini cosa è successo ad APP 2018.

 

 

(49)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *