Home Focus on projects Le Giornate dell’AMATo Abbonato
Le Giornate dell’AMATo Abbonato

Le Giornate dell’AMATo Abbonato

0
0

“Non solo teatro, ma un’apertura verso le altre arti e la voglia di condividere e far meglio apprezzare le bellezze culturali della nostra regione proprio a chi nelle Marche ci vive”. Si potrebbe riassumere così quanto successo durante le Giornate dell’AMATo Abbonato, una piacevole sorpresa che AMAT e i Comuni* che hanno realizzato la stagione teatrale 2014/15, proprio in collaborazione con l’Associazione Marchigiana Attività Teatrali, hanno regalato ai propri AMATi Abbonati.

Museo Buonaccorsi
Museo Buonaccorsi

In che cosa consistevano queste GIORNATE? Si è trattato di cinque appuntamenti riservati a tutti gli abbonati alla stagione 2014/15 dei teatri del circuito che a inizio anno avevano sottoscritto la AMATo Abbonato Card: proprio per loro AMAT ha organizzato visite guidate gratuite in luoghi culturali. Gli itinerari proposti erano di grande interesse: le giornate sono trascorse da Casa Leopardi e i musei della Città di Recanati ai Musei Civici di Pesaro, la Sinagoga e la casa di Gioachino Rossini; gli abbonati hanno rivissuto l’esperienza della nascita della carta al Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano; hanno scoperto i tesori di Palazzo Arringo a Ascoli Piceno e le nuove sale del Palazzo Buonaccorsi per poi sperimentare un giro virtuale in una carrozza d’epoca al Museo della Carrozza di Macerata.

Sinagoga di Pesaro
Sinagoga di Pesaro

Più di 1000 abbonati, possessori dell’AMATo Abbonato Card, hanno così ricevuto l’invito a partecipare a queste giornate: ognuno poteva scegliere di prender parte all’itinerario che più preferiva e godersi la visita gratuita organizzata per conoscere meglio uno dei tanti tesori della nostra regione. Curioso come molti abbonati abbiano preferito visitare il museo della propria città, cogliendo l’occasione per riscoprire, grazie anche alla presenza di una guida esperta, le bellezze dimenticate o mai fino in fondo apprezzate. Molti altri abbonati hanno invece approfittato di queste giornate per fare una gita fuori porta, visitando per la prima volta luoghi incantevoli del proprio territorio, scoprendo posti culturali di alta qualità e soprattutto non così lontani da casa. 

GLI ITINERARI NELLO SPECIFICO

ASCOLI PICENO Pinacoteca Civica: i tesori di Palazzo Arringo
Tra le preziose opere artistiche, custodite nell’imponente Palazzo Arringo, gli abbonati hanno potuto ammirare il Piviale del XIII secolo, i dipinti di Carlo Crivelli, Cola dell’Amatrice, Tiziano, Guido Reni, Strozzi, De Ferrari, Magnasco, Mancini e Pellizza da Volpedo. Le opere sono ambientate in splendide sale, ammobiliate con rare poltrone, specchiere e cassettoni del XVIII e XIX secolo che, con i preziosi tendaggi e i lampadari di Murano, ricreano l’atmosfera e la suggestione di un palazzo aristocratico.

MACERATA  Alla scoperta dei Musei di Palazzo Buonaccorsi
Una visita guidata che ha permesso di conoscere meglio Palazzo Buonaccorsi dove sono ospitati il Museo della carrozza, la sezione di Arte antica – con la famosa sala dell’Eneide al primo piano – e la collezione di Arte moderna al secondo piano inaugurato a dicembre 2014, dove sono raccolte 150 opere che scandiscono quattro distinti momenti del Novecento.

RECANATI  Da Casa Leopardi ai Musei della Città
Una visita all’interno della casa natale di Giacomo Leopardi e la mostra “Giacomo dei libri”. Grazie al Recanati Pass, una volta terminato l’itinerario a Casa Leopardi, è stato inoltre possibile visitare liberamente il Museo Civico di Villa Colloredo Mels che ospita le opere di Lorenzo Lotto, il Museo dell’Emigrazione Marchigiana che narra le vicende emigratorie di 700.000 marchigiani e il Museo Beniamino Gigli che espone cimeli, dischi e costumi di scena del celebre tenore.

FABRIANO Museo della carta e della filigrana
Il Museo tramanda la secolare tradizione della produzione della carta che rende Fabriano una città unica. Al suo interno è ospitata un’importantissima collezione di filigrane antiche e moderne: nel corso della visita guidata è stato possibile assistere alla dimostrazione della produzione della carta a mano con i mastri cartai. In loco è stata infatti ricostruita una cartiera medievale, dove è possibile osservare l’intero ciclo di lavorazione.

PESARO  Visita ai Musei Civici, alla Sinagoga e alla Casa di Gioachino Rossini
I Musei Civici sono ospitati a Palazzo Mosca, un tempo residenza di una delle più importanti famiglie della nobiltà pesarese, che durante il ‘700 diviene un vivace cenacolo di intellettuali. Oltre dipinti di Simone Cantarini e Guido Reni, maioliche e ceramiche preziose, la collezione museale ospita la Pala dell´Incoronazione della Vergine di Giovanni Bellini. A causa di lavori in corso, che si sono purtroppo protratti nel tempo, parziale è risultato il giro nella casa natale di Gioachino Rossini, in cui si è potuta ammirare la prima spinetta del Maestro e alcune sue lettere. In alternativa è stata però visitata la Sinagoga pesarese, splendido gioiello che risale alla metà del XVI secolo.

Moltissimi i commenti positivi e entusiasti di coloro che hanno partecipato: dalla signora Paola che afferma “sono stata molto contenta di questa occasione perché da buona ascolana erano anni e anni che non visitavo la nostra Pinacoteca” ai coniugi Francesco e Rosanna che hanno scritto sul quaderno dedicato ai commenti “giornata fredda e piovosa ma allietata dalla splendida visita a questo Palazzo Buonaccorsi, speriamo ci siano molte altre iniziative!”; dalla signora Lorena che dopo la visita ai Musei di Pesaro ringrazia “per questa giornata all’insegna della cultura, che ci ha fatto rivalutare e ‘scoprire’ parti del nostro territorio che non sono ultime nella scala dell’importanza. Iniziativa da rifare, senz’altro”  alla signora Mirella che dopo la visita a Casa Leopardi ha commentato “sono visite che ti fanno crescere e apprezzare sempre di più la cultura e le tante ricchezze del Paese che se ben valorizzate potrebbero elevare le menti e i cuori… e perché no, l’economia”; alla signora Alberta che ha “molto apprezzato la visita al museo della carta di Fabriano con la guida, avrei voluto visitare anche altri luoghi, ho trovato interessanti gli itinerari di tutte le giornate, spero che ripetiate ancora l’iniziativa.”

Palazzo Arringo
Palazzo Arringo

LEGGI QUI TUTTI I COMMENTI 

GUARDA LA GALLERY

 *I Comuni sono: Ascoli Piceno, Camerino, Chiaravalle, Corinaldo, Civitanova, Fabriano, Fano, Fermo, Macerata, Matelica, Montemarciano, Osimo, Pesaro, Pollenza, Rete teatrale Pesaro (Pergola, Gradara, Macerata Feltria, Mondavio, San Costanzo, San Lorenzo in campo, Urbania), Porto Sant’Elpidio, Recanati, San Benedetto del Tronto, Tolentino, Urbino.

(0)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *