Home Featured Occhio di bue al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche
Occhio di bue al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche

Occhio di bue al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche

0
0

Il 5 febbraio al Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche è andato in scena OCCHIO DI BUE. Il coreografo Michele Di Stefano ha guidato sette giovani danzatori marchigiani di età compresa tra i 13 e i 15 anni, dopo aver seguito un periodo di residenza realizzata nell’ambito di Residenze Marche Spettacolo, progetto promosso da Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo del MiBACT, Regione Marche, Consorzio Marche Spettacolo, AMAT e MARCHE TEATRO.

Questi piccoli grandi interpreti hanno già debuttato alla Biennale di Venezia – sezione Danza nel giugno dello scorso anno con Occhio di bue grazie al progetto Vita Nova, ideato dal direttore della Biennale Danza di Venezia Virgilio Sieni, progetto che ha come scopo di dare forma a un repertorio di danza contemporanea per i giovani danzatori dai 10 ai 15 anni.

“La coreografia sembra una scena di caccia, una scrittura rupestre, azione sempre iscritta tra l’attacco e la fuga. Il corpo sempre in un ‘tra’. I gesti prodotti in questo luogo indifferente e intermedio, sospeso tra spietatezza animale e tenerezza critica, lasciano trapelare una placidità che è efficienza dell’aperto. Luogo prima del linguaggio. Occhio del bue.” Michele Di Stefano

“Brillano i sette deliziosi danzatori under 13 già ben impostati al contemporaneo (provengono da scuole marchigiane) e guidati da Michele Di Stefano che fanno deflagrare la loro pulita, smagliante energia in linee, giri, disarticolazioni, saette di movimento dopo una prima misteriosa parte in cui avvolti da strani velari sono solo sagome di fantasmi o stalattiti, chissà.” Silvia Poletti, ‘Delteatro’

Ecco alcuni scatti dello spettacolo a cura di Giulia Martini.

 

(0)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *