Home Interviews TAU 2017: intervista a Tullio Solenghi sull’Iliade
TAU 2017: intervista a Tullio Solenghi sull’Iliade

TAU 2017: intervista a Tullio Solenghi sull’Iliade

2
0

Per la diciannovesima edizione del *TAU/Teatri Antichi Uniti, abbiamo realizzato una piccola e breve intervista chiamando gli artisti protagonisti della rassegna a condividere con il pubblico il loro punto di vista sul teatro classico e a raccontarci qualche curiosità in più sugli spettacoli del TAU 2017. 

Pubblichiamo l’intervista rivolta a Tullio Solenghi che ha offerto una emozionante e intensa lettura del brano Il duello per Elena tratto dall’Iliade di Omero, nell’ambito del progetto di Sergio Maifredi, Iliade un racconto mediterraneo prodotto dal Teatro Pubblico Ligure. Lo spettacolo è andato in scena al  Salone d’onore del Castello della Porta di Frontone.

 

Quanto è importante per il pubblico di oggi assistere ad un recital di teatro classico come l’Iliade, e quali motivi spingono a portare in scena questo genere di spettacoli sui palcoscenici di oggi? Quali meriti si possono attribuire ad una rassegna come quella del TAU?

Credo che la chiave fondamentale sia il modo in cui questi classici vengono raccontati, mi riferisco a quelli che ho affrontato come l’Iliade, l’Odissea, il Decameron e l’Eneide: pietre miliari del ricordo scolastico spesso associati a qualcosa di noioso, retorico, difficoltoso da studiare. Solamente riprendendo in mano queste opere, liberandole da tutte le ragnatele di ortodossia che le accompagnano – soprattutto nel modo di leggerle – e restituendo loro la vivacità con la quale sono state concepite, possono davvero interessare ed emozionare come se il pubblico assistesse a un pezzo di teatro di oggi. Non dobbiamo, infatti, dimenticare che alcuni di questi classici, l’Iliade e l’Odissea, per i primi 400 anni sono stati tramandati oralmente. Questa credo sia la chiave per restituire una modernità di efficacia e di racconto. Rappresentare i classici in cornici magiche, come quella del Castello di Frontone, è come cucinare un bel piatto accompagnato da un contorno delizioso. Tullio Solenghi

* Il TAU/Teatri Antichi Uniti è la rassegna che unisce cultura e turismo offrendo l’opportunità di fruire i magnifici luoghi di interesse archeologico grazie a un cartellone di spettacoli nato dall’impegno congiunto di:

Regione MarcheAMATSoprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche e dei Comuni di Ascoli PicenoSan Severino MarcheCorinaldoFaleroneFanoFrontoneMacerata, Monte RinaldoOsimoPesaro,  SenigalliaUrbisaglia.

Di seguito pubblichiamo alcuni scatti dello spettacolo a cura di Valentina Cirilli.

(2)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *