Home Featured NEOff Reloaded: conversazione con Maria Federica Maestri

NEOff Reloaded: conversazione con Maria Federica Maestri

33
0

NOW/EVERYWHERE OFFICINE, RIFLESSIONI SUL TEATRO CHE VERRÀ

Lunedì 8 febbraio è andata in diretta streaming sui canali social di AMAT una conversazione tra Laura Gemini e Giovanni Boccia Artieri dell’Università di Urbino Carlo Bo e la fondatrice di Lenz_Fondazione Maria Federica Maestri.

Il dialogo ha inaugurato NEOff Reloaded, seconda tappa del progetto Now/Everywhere OFFicine, nato durante il primo lockdown come collettore multicanale di spunti di riflessione attorno al teatro che sta affrontando la crisi pandemica interrogandosi sul proprio futuro, sulle sfide e le opportunità provenienti dall’ambiente digitale. Ogni lunedì alle ore 19 – sui canali social di  AMAT  [pagina Facebook (@AmatMarche) e Youtube (@PlateaViva) ], importanti momenti di confronto con artisti, curatori o programmatori, spunti di riflessione attorno alle trasformazioni dello spettacolo e dell’esperienza “dal vivo” durante e nel post-COVID19.

La prima intervista ha visto protagonista la regista e artista visiva Maria Federica Maestri, fondatrice con Francesco Pititto di Lenz Fondazione, le cui creazioni attraversano le drammaturgie portanti della cultura occidentale facendo convergere la ricerca sul testo con la radicalità visiva della creazione filmica e l’eccezionalità degli “attori sensibili”. Dal 1996 dirige insieme a Francesco Pititto il festival internazionale di performing arts Natura Dèi Teatri.

Maria Federica Maestri: “Questa pandemia, almeno per noi, ci ha obbligato alla lettura dell’altro e credo che sopravviveremo solo se leggeremo l’altro. Perché se leggeremo solo ‘il teatro’, se ci leggiamo solo nella cornice del campo teatrale, secondo me rimarremo schiacciati dall’inibizione, il muscolo non si de-contrarrà. Dall’inibizione all’esibizione: tornare a dare senso al lato esibitivo. Questo è stato il primo dono.

(33)